+39 0298745612
info@compalit.it

Premio Paolo Zanotti

PER GLI STUDI LETTERARI

Il Premio di laurea «Paolo Zanotti» è patrocinato dall’Associazione per gli Studi di Teoria e Storia comparata della Letteratura (Compalit) e ha lo scopo di ricordare e promuovere l’opera di Paolo Zanotti, scrittore, ricercatore e critico letterario, scomparso prematuramente nel 2012. Viene conferito annualmente a una tesi di laurea magistrale (o equiparata) in studi letterari; per l’anno 2015, l’ambito prescelto è «Il gioco e l’avventura».

Link al sito del Premio

Paolo Zanotti (1971-2012) è stato scrittore, saggista, ricercatore, editor, docente universitario, insegnante di scrittura creativa.

Dopo la laurea e il dottorato alla Scuola Normale Superiore di Pisa, è stato ricercatore e docente di Letteratura Italiana Contemporanea e Letterature Comparate in varie università in Italia e all’estero (Bologna, Modena e Reggio Emilia, Teramo, l’Università Blaise Pascal di Clermont-Ferrand). Tra le sue pubblicazioni saggistiche, un volume sul romanzo d’avventura (Il modo romanzesco, Laterza 1998), uno sulla letteratura per l’infanzia (Il giardino segreto e l’isola misteriosa, Le Monnier 2001), un volume sulla letteratura francese contemporanea (Dopo il primato. La letteratura francese dal 1968 a oggi, Laterza 2012); oltre a numerosi saggi in volume o rivista sul romanzesco, la letteratura giovanile, i temi letterari, il fantastico. I suoi lavori sulla storia culturale e letteraria dell’identità omosessuale (Il gay, Fazi 2005, e l’antologia Classici dell’omosessualità, Rizzoli 2006) hanno ottenuto un importante successo di pubblico e numerosi riconoscimenti critici.

Come editor e consulente ha lavorato per Mondadori, Il Mulino, Ponte alle Grazie, l’agenzia letteraria Studio Nabu; nel 2009 ha fondato a Bologna lo studio editoriale Scribedit Servizi per l’editoria.

Come narratore, ha esordito pubblicando diversi racconti sulle riviste «Il Caffè illustrato», «Nuova Prosa» e nell’antologia Best off (minimum fax 2005); il suo romanzo d’esordio, Bambini bonsai (Ponte alle Grazie) è stato pubblicato nel 2010, mentre nel 2013 è uscito, sempre per Ponte alle Grazie, Il testamento Disney. Critici e lettori lo hanno giudicato una delle voci più significative della sua generazione e tra le più promettenti della nuova narrativa italiana.