+39 0298745612
info@compalit.it

Kul’t-tovary/ Oggetti culturali – Cfp

Loading Eventi

« All Eventi

Kul’t-tovary/ Oggetti culturali – Cfp

maggio 29 @ 9:00 - maggio 31 @ 17:00

Logo Unibo

Kul’t-tovary/Oggetti culturali

La commercializzazione della Storia nella cultura e nella letteratura di massa in Russia e nel mondo

Call for papers


Alma Mater Studiorum – Università degli Studi di Bologna

29-31 maggio 2019

 

 

Durante il primo decennio degli anni 2000 la Storia e la sua interpretazione culturale hanno generato in Russia accesi dibattiti ideologici. Le narrazioni sul passato hanno acquisito una particolare importanza nella cultura russa contemporanea, specialmente nell’ambito popolare. Questo fenomeno trae la sua origine da una serie di fattori, tra i quali spiccano i traumi associati all’epoca sovietica e alla sua fine, nonché il senso di nostalgia ad essa legato. In questo contesto, bisogna ricordare anche i nuovi sforzi politici volti alla promozione di un’immagine “positiva” della Russia e dei suoi successi, come la vittoria sovietica durante la Seconda guerra mondiale; specialmente in ambito cinematografico, si sta dunque assistendo ad una sorta di mitologizzazione dell’eroico passato russo. Col tempo, tali eventi hanno generato un rilevante numero di narrazioni del passato locali o alternative che, di conseguenza, hanno generato nuove interpretazioni della Storia. Il picco di queste tendenze si è verificato in seguito all’annessione della Crimea, avvenuta nel 2014.

All’interno di quella che Zygmunt Bauman ha definito “un’epidemia globale di nostalgia” (Retrotopia, Polity, 2017: 3), si registra quindi un successo visibile nella commercializzazione del discorso storico, soprattutto in letteratura, cinema, serie televisive, pubblicità e nelle ricostruzioni storiche. L’ipotesi, che si intende discutere nel convegno, vede l’interpretazione di questi prodotti culturali come ingredienti essenziali per la produzione di un discorso retrotopico (nell’accezione di Bauman, 2017) che vede il passato sovietico rappresentato come efficiente e stabile, creando nel presente un’attraente fusione in senso estetico tra abitudini capitaliste e regime politico comunista. Pertanto, l’orizzonte teorico in cui si muoveranno gli interventi, sarà fornito dai concetti di “memoria culturale”, “memoria collettiva”, “postmemoria”, sviluppati negli studi di Maurice Halbwachs, Aleida Assmann, Marianne Hirsch, e Alexander Etkind.

Inoltre, la cultura di massa russa contemporanea rappresenta un ampio campo per un’indagine multidirezionale di questi fenomeni. L’adozione di una prospettiva comparata nello studio della commercializzazione russa della memoria storica e di simili processi in Europa, Asia e America è senza dubbio fruttuosa per la comprensione dei processi globali di ri-costruzione della Storia; tale fenomeno da un lato riflette i processi sociali, dall’altro contribuisce alla costruzione attiva delle ideologie e dei valori di una data società.

Il convegno bolognese si inserisce nel solco delle ricerche afferenti al progetto internazionale e interdisciplinare intitolato “Oggetti culturali: il fenomeno della letteratura di massa nella Russia contemporanea” (“Cultural Commodities: The Phenomenon of Mass Literature in Contemporary Russia”), nato nel 2008 e portato avanti da tre università russe (Università Statale Pedagogica Russa Herzen, San Pietroburgo; Università Federale degli Urali, Università Statale Pedagogica in Discipline Umanistiche di Perm’) assieme all’Università di Tampere (Finlandia).

 

Durante il convegno ci si concentrerà su diversi aspetti, tra cui:

 

  • metodi e forme utilizzate per la costruzione del passato e della Storia nella cultura popolare;
  • proiezioni di discorsi ideologici contemporanei sul passato; la Storia come allegoria della politica contemporanea;
  • Storia e mitologizzazione: vecchi e nuovi concetti, loro modalità di rappresentazione e articolazione nella cultura di massa;
  • la concettualizzazione del passato come nesso tra massa culturale e potere politico;
  • capitalizzazione economica e simbolica di immagini del passato;
  • il passato come “giustificazione” per il presente e modello per il futuro;
  • Storia alternativa (controfattuale) come genere della cultura di massa;
  • la Storia nei generi della cultura popolare (fantasy, film d’azione etc.);
  • rievocazione storica nel genere documentario, nei giochi, nelle manifestazioni popolari, nella politica;
  • la cultura di massa e la produzione di conoscenza storica.

 

Keynote speakers:     

Maria Černjak, Università Statale Pedagogica Russa Herzen, San Pietroburgo (RUSSIA);

Mark Lipoveckij, Università Boulder Colorado (USA)

 

 

Saranno accettati contributi in inglese, russo e italiano, le tre lingue operative del convegno. Le proposte per interventi singoli di venti minuti o panel possono riguardare le seguenti aree: lingua, letteratura e cultura russa (sovietica e post-sovietica, incluse le repubbliche ex-sovietiche); studi culturali; letterature comparate; traduttologia.

Le proposte andranno inviate entro e non oltre il 1 febbraio 2019 all’indirizzo di posta elettronica: kulttovary.conference@unibo.it e dovranno includere:

  • titolo della comunicazione e breve abstract (massimo 300 parole);
  • una breve nota biografica, informazioni relative all’affiliazione istituzionale, contatti.

 

Il Comitato scientifico valuterà le proposte in base al criterio di coerenza tematica con l’argomento del convegno. In caso di numerose adesioni, si prevede l’organizzazione di sessioni parallele. La notifica di accettazione sarà inviata via e-mail entro il 1 marzo 2019.

Il Comitato scientifico sta valutando la possibilità di pubblicare una selezione di contributi, scremati attraverso la procedura di doppio peer-review, in un volume monografico.

 

Quota d’iscrizione:

Entro il 15 aprile 2019: 80 € (dottorandi: 50 €)

La quota comprende: coffee breaks, due pranzi a buffet, materiali del convegno, pubblicazione (in caso di accettazione).

La quota non comprende le spese di viaggio e di alloggio dei partecipanti al convegno.

Le modalità di pagamento saranno comunicate all’atto di accettazione della proposta.

 

Luogo:

Università di Bologna

Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne, Via Cartoleria, 5, Bologna, Italia.

 


 

Scadenziario:

Deadline invio abstracts: 1 febbraio 2019.

Notifica di accettazione: 1 marzo 2019.

Versamento quota: 15 aprile 2019.

Convegno: 29-31 maggio 2019.
Contatti:

Indirizzo e-mail istituzionale: kulttovary.conference@unibo.it

Gabriella Imposti: gabriella.imposti@unibo.it

Irina Marchesini: irina.marchesini2@unibo.it

 

Comitato scientifico: [kulttovary.conference@unibo.it]

Gabriella Elina Imposti, Università di Bologna;

Donatella Possamai, Università di Padova;

Irina Marchesini, Università di Bologna;

Marina Abaševa, Università Statale Pedagogica in Discipline Umanistiche di Perm’, Russia;

Maria Litovskaja, Università Federale degli Urali, Russia (Università nazionale Chengchi, Taiwan);

Irina Savkina, Università di Tampere, Finlandia.

 

 

 

 

Kul’t-tovary/Cultural Commodities

The Commercialization of History in Mass Culture and Literature in Contemporary Russia and in the world

CALL FOR PAPERS

 

University of Bologna, Italy

May 29-31, 2019.

In Russian culture of the 2000s-2010s, historical plots and cultural interpretations of History triggered the most heated ideological debates. Narratives about the past acquired relevance in contemporary Russian culture, especially in its popular segment, due to a variety of factors. Among these, it is possible to mention the shift to a new phase that involves the concepts of “trauma” and “nostalgia” associated to the Soviet Union. In this context, the new political course towards the promotion of a “positive” image of Russia and its historical accomplishments should also be taken into account. Heroic pages of Russian History, such as the Soviet victory in the Second World War, are now undergoing a process of “mythologization”. Over time, these events have generated a series of local and alternative narratives of the past, which, in turn, mirror new interpretations of History. Notably, all these tendencies have peaked after Russia’s annexation of Crimea in 2014.

A successful commercialization of the historical discourse can be observed in what Bauman defined as “a global epidemic of nostalgia” (Retrotopia, Polity, 2017: 3). Notably, this phenomenon is taking place in literature, cinema, television series, advertisement, historical reconstructions and other everyday cultural practices. The aim of this conference, which is part of the international and interdisciplinary project entitled “Cultural Commodities: The Phenomenon of Mass Literature in Contemporary Russia”, is to discuss whether these productions shape a “retrotopian” (Bauman, 2017) discourse that presents the Soviet past as an effective, stable and, most importantly, aesthetically attractive fusion of capitalist mores and the communist political regime.

Moreover, contemporary Russian mass culture represents a broad field for a multidirectional examination of such phenomena. A comparative analysis of the Russian commercialization of historical memory and similar processes in Europe, Asia, and America would be beneficial for the understanding of global practices in History construction. Indeed, on the one hand, this phenomenon reflects societal changes, whereas on the other, it contributes to active modelling and remodelling of ideologies and values in a given society.

 

Possible topics include, but are not limited to, the following:

  • Methods and forms employed for the constructions of historical past in popular culture;
  • Projections of contemporary ideological discourses onto the past; History as an allegory of contemporary politics;
  • New/old historical concepts and mythologies, the modalities of their representation and articulation in mass culture;
  • The conceptualization of the past as the nexus of mass culture and political power;
  • Economic and symbolic capitalization of images of the past;
  • The past as a “justification” for the present and template for the future;
  • Alternative (counter-factual) history as a genre of mass culture;
  • History in genres of popular culture (fantasy, romance, action fiction/film, etc.);
  • Historical re-enactments in documentary genres, games, mass actions, and politics;
  • Mass culture and the production of historical knowledge.

 

Keynote speakers:     

Maria Chernyak, The Herzen Russian Literature, Russian Pedagogical University (RUSSIA)

Mark Lipoveckij, University of Colorado at Boulder (USA)

 

The conference welcomes submissions in English, Russian, and Italian, the three working languages

of the conference. Proposals for twenty-minute papers or panels are invited from researchers working in the field of Russian Studies, Cultural Studies, Comparative Literature, Language and Translation Studies.

The submissions should be sent via e-mail no later than February, 1 2019 and must include:

– The title and a short abstract of the proposed presentation (up to 300 words);

– A short CV (name, surname, institutional affiliation, position, contact details).

The submissions should be sent to: kulttovary.conference@unibo.it

 

The Organising Committee will choose the presenters based on thematic relevance of the proposal for the conference. Notification of decision will be announced via e-mail no later than March, 1 2019.

 

We are exploring the possibility of using the conference as a springboard for a themed, peer-reviewed volume, in which selected papers would be published as full-length articles.

Due to limited funds, we will not be able to cover participants’ travel and lodging expenses.

 

Registration fee: 80 € (50 € for PhD students)

Payment details will be notified on acceptance of the proposal.

 

The registration fee includes: coffee breaks, buffet lunch (2 days), conference materials, and publication (if the paper is accepted).

 

Conference venue:

University of Bologna

Department of Modern Languages, Literatures, and Cultures, Via Cartoleria, 5, Bologna, Italy.

 

Important dates:

Deadline for the submission of abstracts: February, 1 2019.

Notification of acceptance: March, 1 2019.

Early bird registration: April, 15 2019.

Conference: May 29-31, 2019.
Contacts:

Official e-mail address: kulttovary.conference@unibo.it

Gabriella Imposti: gabriella.imposti@unibo.it

Irina Marchesini: irina.marchesini2@unibo.it

 

 

 


 

Organizing Committee [kulttovary.conference@unibo.it]

 

Professor Gabriella Elina Imposti, Department of Modern Languages, Literatures, and Cultures, University of Bologna.

Professor Donatella Possamai, Department of Linguistic and Literary Studies, University of Padova

Dr. Irina Marchesini, Department of Modern Languages, Literatures, and Cultures, University of Bologna.

Professor Marina Abasheva, Perm State Pedagogical University for the Humanities and Perm

State Research University.

Professor Maria Litovskaya, Department of Slavic Languages and Literature, National Chengchi;

Ural Federal University.

Dr. Irina Savkina, Ph.D, Lecturer of Faculty of Communication Sciences, University of Tampere,

Finland.

 

Dettagli

Inizio:
maggio 29 @ 9:00
End:
maggio 31 @ 17:00
Evento Tags: